Home Legale - Legale
Legale


In vigore le nuove norme per il trasporto su strada PDF Stampa E-mail

Con la legge di Stabilità 2015 (n. 190 del 23 dicembre 2014), in vigore dal primo gennaio 2015, sono state introdotte misure importanti, sia per le imprese di autotrasporto sia per i committenti, con l’intento di semplificare la normativa di settore e favorire la competitività reale delle imprese regolari.
Tra le principali novità si segnala l’eliminazione della scheda di trasporto e il superamento dei costi minimi. I prezzi e le condizioni sono rimessi all’autonomia delle parti. Viene introdotto l’obbligo del Durc e l’estensione della responsabilità solidale per i trattamenti retributivi, previdenziali ed assicurativi ai contratti di trasporto.
Viene altresi introdotto il divieto di subvezione se non espressamente concordata tra i contraenti, l’obbligo del procedimento di negoziazione assistita per le controversie in materia di contratto di trasporto e per le nuove imprese che presentano domanda di autorizzazione all’esercizio della professione di trasportatore su strada, hanno facoltà di dimostrare l’idoneità finanziaria anche sotto forma di responsabilità professionale.
Al fine di fare chiarezza sulle recenti modifiche apportate alla disciplina del trasporto su strada, Confapi Industria ha organizzato un seminario di approfondimento il giorno 6 febbraio p.v. ore 10.00, presso la sede di Viale Brenta 27.
Per ulteriori informazioni: Servizio Legale tel. 0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Nuovi criteri per il rating di legalità alle imprese PDF Stampa E-mail

Con delibera n.25207 del 4 dicembre 2014 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha modificato il Regolamento attuativo in materia di rating di legalità (art. 5-ter del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, così come modificato dall'art. 1, comma 1-quinquies, del decreto-legge 24 marzo 2012, n. 29, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 maggio 2012, n. 62" (Regolamento Rating). Si tratta di un rating etico finalizzato a promuovere e introdurre i principi etici di comportamento in ambito aziendale, tramite l’assegnazione di un riconoscimento. Il rating di legalità è attribuito alle imprese che rispettano i requisiti previsti nell’articolo 2, commi 2 e 3, del Regolamento (Requisiti per l’attribuzione del rating di legalità). In tal caso alle imprese meritevoli che ne abbiano fatto richiesta verrà assegnato un punteggio, misurato in “stellette”, indicativo del rispetto della legalità.
Per informazioni: servizio legale tel. 0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Autotrasporto, quote albo 2015 PDF Stampa E-mail

É stata pubblicata la delibera con cui il Comitato Centrale dell’Albo degli Autotrasportatori di cose per conto terzi ha stabilito le quote che le aziende iscritte all’Albo dovranno versare per il 2015 (Gazzetta Ufficiale numero 254 del 31 ottobre 2014). Invariati gli importi rispetto agli ultimi anni. Entro il 31 dicembre 2014, le imprese iscritte all’Albo alla stessa data, dovranno corrispondere le relative quote esclusivamente per via telematica tramite il Portale dell'Automobilista, al link https://www.ilportaledellautomobilista.it, previa registrazione al portale con profilo impresa.  La prova dell’avvenuto pagamento dovrà essere conservata dalle imprese per consentire i controlli da parte del Comitato Centrale. Qualora il versamento non venga effettuato entro il termine del 31 dicembre 2014, l’iscrizione all’Albo sarà sospesa con la procedura prevista dall’articolo 19, punto 3 della legge numero 298 del 6 giugno 1974.
Per visualizzare la delibera e la tabella con le relative quote cliccare sul seguente link:
http://www.alboautotrasporto.it/images/stories/pdf/DELIBERA_QUOTE_2015.pdf

Per ulteriori informazioni tel. 0294969793, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
PA, al via la piattaforma per la certificazione dei crediti PDF Stampa E-mail

Il Ministero dell’Economia e della Finanza, ha definito un nuovo quadro di norme volte al monitoraggio permanente dei debiti delle pubbliche amministrazioni e dei relativi tempi di  pagamento, al fine di accelerare il pagamento dei debiti arretrati e prevenire la formazione di un nuovo stock di debito. In particolare, l’articolo 27 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89 (di seguito D.L. 66/2014) introduce significative novità che riguardano sia le modalità di utilizzo che il ruolo della piattaforma per la certificazione dei crediti (“sistema PCC”).
Le imprese che vantano crediti verso la Pubblica Amministrazione potranno così optare per la certificazione dei crediti al fine di ottenere liquidità immediata o compensare un debito verso l’Agenzia delle entrate. Il processo di certificazione dei crediti è totalmente gratuito e gestito tramite la piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti predisposta dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Per ulteriori informazioni collegarsi al seguente link http://allegati.confapi-industria.it/apimilano/notizie/Allegati/3770/LA_CERTIFICAZIONE.pd

 
Le nuove regole per la vendita a distanza PDF Stampa E-mail

Dal prossimo 14 giugno, in attuazione della direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori, anche per le imprese italiane saranno rafforzate le garanzie relative alle vendite a distanza. Il recepimento della direttiva si pone l’obiettivo di migliorare il funzionamento del mercato interno tra imprese e consumatori, generando maggiore sicurezza nelle procedure di acquisto e notevoli risparmi (in termini di oneri amministrativi) per le imprese che desiderano vendere a livello transfrontaliero con le stesse modalità di vendita nazionali, con le stesse condizioni contrattuali standard e gli stessi materiali informativi. Il diritto di recesso (diritto di ripensamento) riconosciuto al consumatore, è possibile entro un termine più ampio, dagli attuali 10 giorni si passerà a 14 gg. Per le imprese sono previsti maggiori obblighi di informazione precontrattuale da fornire ai consumatori nelle vendite dirette, cioè contratti negoziati fisicamente fuori dai locali commerciali e nelle vendite a distanza. Infine, in caso di perdita o danneggiamento dei beni,  la responsabilità per tali eventi sarà in capo al venditore che ne dovrà rispondere sino a quando il consumatore non prenderà effettivamente possesso del bene.

Per informazioni: Servizio legale  tel. 0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.2122232425262728Succ.Fine»

Pagina 24 di 28