Home Appalti - Appalti
Appalti


Acquisti in rete P.A.: quando e come rinnovare le dichiarazioni PDF Stampa E-mail

Per le imprese che operano sul Portale Acquisti in rete P.A., dal 31 gennaio, è stata prolungata da 6 a 12 mesi la validità delle dichiarazioni rese. Le imprese possono rinnovare e/o modificare le proprie dichiarazioni tramite il link "Modifica / Rinnovo dati" presente nel menu di sinistra del Cruscotto del Legale Rappresentante. Accanto al link è sempre presente un punto esclamativo che mostra, al passaggio del cursore del mouse, la data di scadenza delle dichiarazioni. Alla scadenza di validità delle dichiarazioni, si ricorda che, per il MePA, l’abilitazione è immediatamente sospesa fino al momento in cui le dichiarazioni dell’impresa non saranno rinnovate o modificate (fino ad allora, l’impresa non è visibile alle P.A., non può essere invitata alle Richieste di offerta e alle Trattative dirette e sono, inoltre, sospese le offerte pubblicate sul catalogo). Per il Sistema dinamico di acquisizione e l’Accordo quadro, l’impresa riceve comunque gli inviti agli Appalti specifici delle P.A. ma, per partecipare, deve prima effettuare il rinnovo delle dichiarazioni; in questo caso, è comunque possibile presentare la propria offerta anche se la richiesta di modifica / rinnovo delle dichiarazioni è in corso di valutazione da parte di Consip. 

Per saperne di più, cliccare qui. Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Corso: Condizioni generali di vendita e recupero del credito PDF Stampa E-mail

Il rischio del mancato pagamento delle proprie fatture è una delle maggiori criticità nella gestione di un’impresa. Come posso prevenirlo e gestirlo? Partecipa al corso di formazione "Condizioni generali di vendita e recupero del credito", per acquisire conoscenze, nonché metodi e strumenti pratici (l’importanza delle condizioni generali di vendita, le clausole fondamentali da inserire nella modulistica aziendale, consigli sul recupero del credito nella fase stragiudiziale e indicazioni su quella giudiziale così da conoscere l’iter e monitorare i costi della procedura). Il corso si terrà a Milano il prossimo 11 marzo dalle 9 alle 17. Il docente sarà l’avv. Paolo Santoro.

Per informazioni di natura tecnica: Servizio Legale A.P.I., tel. 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per informazioni organizzative: A.P.I. Servizi Srl, tel. 02.67140251 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Se la tua impresa è associata ad A.P.I., clicca qui per maggiori informazioni e per iscriverti.

Se la tua impresa non è associata ad A.P.I., clicca qui per maggiori informazioni e per iscriverti.

 
Appalti: PMI e partecipazione alla gara in forma aggregata PDF Stampa E-mail

Partecipa al corso di formazione “Appalti pubblici: PMI e partecipazione alla gara in forma aggregata (raggruppamenti temporanei di impresa, reti di impresa, avvalimento e subappalto)”, in cui saranno illustrate le principali novità nella redazione della documentazione di gara per la partecipazione cosiddetta “plurima” alle procedure per l’affidamento di contratti di appalto. Il corso avrà la durata di 4 ore e si terrà mercoledì 6 marzo dalle ore 9.30 alle ore 13.30 a Milano, in Viale Brenta, n. 27. 

Per informazioni di natura tecnica: Servizio Appalti A.P.I., tel. 02.67140329 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per informazioni organizzative: A.P.I. Servizi, tel. 02.67140251 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Se la tua impresa è associata ad A.P.I., clicca qui per maggiori informazioni e per iscriverti.

Se la tua impresa non è associata ad A.P.I., clicca qui per maggiori informazioni e per iscriverti.

 
Appalti pubblici: l’Italia messa in mora dalla Commissione Europea PDF Stampa E-mail

Lo scorso 24 gennaio la Commissione Europea ha deciso di inviare lettere di costituzione in mora a 15 Stati membri (tra cui l’Italia) in relazione alla conformità della loro legislazione nazionale alle norme dell'UE su appalti pubblici e concessioni. Gli Stati membri dispongono di due mesi di tempo per rispondere alle argomentazioni della Commissione; in caso contrario, la Commissione potrà decidere di dar seguito alle lettere inviando un parere motivato.

Per saperne di più, è possibile visionare la scheda informativa pubblicata dalla Commissione Europea (cfr. punto n. 10), cliccando qui.

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Appalti pubblici a portata di PMI PDF Stampa E-mail

A.P.I. si pone al fianco delle imprese associate anche attraverso un servizio dedicato all’ambito degli appalti pubblici. Il Servizio Appalti si propone di fornire un supporto efficace rispetto alle problematiche e agli adempimenti connessi alle gare pubbliche, dando informazioni e formazione alle imprese sulle novità normative e sulle tematiche più rilevanti. Per saperne di più sul Servizio Appalti, cliccare qui .

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02671401- mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 10 di 21