Home Appalti - Appalti
Appalti


Gare pubbliche: offerta sottoscritta da amministratore cessato PDF Stampa E-mail

Il Servizio Appalti di A.P.I. presenta un approfondimento dell’Avv. Giancarlo Turri, a commento della recente pronuncia del TAR Brescia, I, 30.10.2020 n. 749, sull’ipotesi di esclusione da una gara pubblica del concorrente che abbia presentato l’offerta sottoscritta da un amministratore cessato.

Con la sentenza che si segnala il TAR Brescia ha ritenuto legittima l’esclusione dalla gara del concorrente che abbia presentato l’offerta sottoscritta da un amministratore cessato. In tale ipotesi, infatti, la spendita di falsi poteri rappresentativi da parte dell’amministratore cessato fa sì che l’offerta presenti oggettivamente profili di non veridicità e, pertanto, rende giustificabile l’applicazione dell’art. 80, comma 5, lett. f-bis D. lgs. 50/2016 (esclusione dalla gara per presentazione di documentazione o dichiarazioni non veritiere). 
Come noto, l’ipotesi della <<cessazione degli amministratori>> è regolata dall’art. 2385 cc secondo cui gli amministratori di una società di capitali conservano la rappresentanza legale della stessa fino alla nomina e all’accettazione formalizzata dell’incarico da parte dei nuovi amministratori. Al fine di comprendere se l’amministratore cessato possa sottoscrivere efficacemente l’offerta, pertanto, è indispensabile porre attenzione al momento in cui si sia perfezionata la nomina del nuovo amministratore, ovvero il momento dell’accettazione formale dell’incarico. Ai fini che qui interessano, viceversa, la circostanza che l’avvicendamento societario non sia ancora stato iscritto nel Registro delle Imprese non ha alcun rilievo.
È bene ricordare, poi, come l’offerta sottoscritta da amministratore cessato non sia passibile di ratifica. Il vizio della domanda, infatti, non risulta sanabile neanche tramite successiva ratifica da parte dei nuovi amministratori, che attribuisca ex post legittimazione alla sottoscrizione operata dall’amministratore uscente. Sul punto la giurisprudenza amministrativa è costante. La valenza sanante della ratifica, infatti, mal si concilierebbe con le regole di diritto pubblico sui contratti della PA e, in particolare, coi principi della par condicio tra i concorrenti. La possibilità di integrazioni della documentazione, inoltre, confliggerebbe anche con il principio di affidamento della stazione appaltante, che deve essere in grado di accertare la serietà e la validità delle offerte sin dal momento della loro presentazione: in caso di integrazione documentale posteriore alla presentazione, ciò non sarebbe possibile. 

Articolo a cura dell’Avv. Giancarlo Turri.

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02/671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Subappalto: audizione alla Camera del Presidente dell'Anac PDF Stampa E-mail

In relazione al delicato tema del subappalto nei contratti pubblici, si segnala che le Commissioni riunite Ambiente e Politiche UE hanno svolto lo scorso 10 novembre, presso l'Aula della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, l'audizione in videoconferenza del Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Giuseppe Busia, sulle ipotesi di modifiche alla normativa nazionale in materia di subappalto conseguenti alle recenti sentenze e procedure di infrazione promosse dalla Commissione Europea.
Per leggere il testo integrale dell’audizione (contenente un’interessante ricostruzione della tematica alla luce della procedura d’infrazione e delle sentenze della Corte di Giustizia dell’UE in materia di subappalto), cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02.671401- mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Open Data Anac PDF Stampa E-mail

Il portale Open Data Anac consente il libero accesso ai dati gestiti dall’Autorità nell’ambito delle proprie attività istituzionali. Il nuovo servizio, che integra e amplifica le funzioni della precedente versione, mette a disposizione degli utenti un cruscotto per la navigazione e l’analisi dei dati sui contratti pubblici, nonché un insieme di dataset in formato aperto liberamente scaricabili. I dati sono aggiornati settimanalmente, a meno di diversa indicazione nelle rispettive sezioni.
Per accedere a Open Data Anac, cliccare qui

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02.671401- mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
ANAC - Modifiche al Regolamento del Casellario Informatico PDF Stampa E-mail

Pubblicato il Regolamento del Casellario Informatico dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture con le modifiche deliberate, in data 29 luglio 2020, dal Consiglio dell'Autorità.
Il Regolamento è pubblicato sulla G.U. Serie Generale n. 225 dello scorso 10 settembre (per prenderne visione, cliccare qui), nonché sul sito istituzionale dell’Autorità, unitamente alla relativa nota esplicativa.
Per saperne di più, cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02.671401- mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Anac, nuovo portale PDF Stampa E-mail

L'Autorità nazionale anticorruzione presenta il suo nuovo portale istituzionale, insieme a un nuovo logo e a una nuova immagine coordinata.
Come si legge nella news dello scorso 15 giugno pubblicata sul sito di Anac, l'obiettivo è in primo luogo quello di avvicinare l'Autorità alle amministrazioni, alle imprese e alla società civile. 
Per facilitare il passaggio dal vecchio al nuovo portale, è stato realizzato un minisito, online da qualche giorno, che accompagnerà il pubblico degli utenti sino a luglio, quando il nuovo portale diverrà pienamente operativo.
Per saperne di più, cliccare qui

Per informazioni: Servizio Appalti, tel. 02/671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 21