Data breach sanitari, il Garante Privacy sanziona tre strutture Stampa

Come si legge nell’ultima newsletter del Garante Privacy (n. 473 dello scorso 19 febbraio), le strutture sanitarie devono adottare tutte le misure tecniche e organizzative necessarie per evitare che i dati dei loro pazienti siano comunicati per errore ad altre persone.
Lo ha ricordato il Garante nel sanzionare due ospedali e una Asl per le violazioni di dati personali causate non da attacchi informatici esterni, ma da procedure inadeguate e da semplici errori materiali del personale. E ancora: no del Garante all’uso delle impronte digitali dei dipendenti se manca la base normativa.
Per saperne di più e accedere alle altre notizie pubblicate nell’ultima newsletter del Garante Privacy, cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Legale, tel. 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.