Partecipa a “Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry 2024”!

Il 25 e 26 marzo, a Milano e in live streaming, torna l’8° edizione di Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry con il titolo “I futuri possibili dell’Italia produttiva e logistica”.

La manifestazione 2024 ha l’obiettivo di definire le sfide e le possibili soluzioni dei commerci marittimi e della logistica, nell’attuale scenario di crisi geopolitica ed economica. L’evento, promosso da ALSEA e The International Propeller Clubs, ha il patrocino di A.P.I. vista l’importanza del comparto produttivo e dei temi trattati.

Tre i filoni principali della due giorni di conferenze: la consueta sessione d’apertura dedicata allo scenario geopolitico; l’evoluzione e il cammino del settore industriale dello shipping e della logistica verso la digitalizzazione e i principi comunitari ESG (Environment, Social, Governance); l’evoluzione delle catene di fornitura da cui dipendono i nostri settori produttivi di punta le e specifiche modalità logistiche che le sottendono, dal ferroviario al cargo aereo alla logistica in ambito urbano.

Mai come quest’anno assume particolare rilevanza la sessione sulla geoecomonia e la geopolitica in un contesto che vede affiorare vecchie tensioni e nascerne di nuove. Come ad esempio la crisi sui cosiddetti “colli di bottiglia” o chock point (lo scontro occidente oriente sul lo stretto di Bab-el-Mandeb, la siccità dello stretto di Panama) punti cruciali che regolano i traffici marittimi mondiali e che, quindi, influenzano gli equilibri delle potenze economiche.
Quali sono i possibili scenari sul settore della logistica del nostro Paese e più in generale sulla sua economia?

Che ruolo potrà giocare il Mediterraneo e contestualmente anche l’Italia?
Queste sono alcune delle domande a cui si cercherà di dare una risposta nel corso del convegno d’apertura di SFLmI24 che quest’anno vedrà, inoltre per la prima volta, un focus dedicato all’Africa, in programma nella seconda giornata.

I temi principali della seconda giornata di lavori verteranno sulla digitalizzazione e sui principi ESG, due driver che stanno indirizzando in modo diverso lo sviluppo del binomio produzione-logistica. Le tassonomie e le regole ESG per il settore dello shipping e della logistica potranno rappresentare ancora una spinta verso un nuovo impianto normativo che possa incidere sui comportamenti fisici degli operatori e sulle loro best practice. La digitalizzazione, invece, cerca di proseguire spedita, ma anch’essa inizia a scontrarsi con la complicazione delle procedure tradizionali che mira a sostituire. L’ariete per abbattere il muro è la semplificazione delle procedure, relativamente agevole tra privati, ma più difficile in ambito pubblico.

Anche quest’anno l’evento ospiterà la presentazione, in anteprima, della 6^ edizione della Survey di SRM e Contship sui “corridoi logistici” del settore container. Lo Studio è stato condotto attraverso l’analisi dei risultati di interviste a 400 imprese manifatturiere sulle modalità di gestione e organizzazione della loro logistica portuale, sull’intermodalità, sugli incoterms e sui loro progetti di sostenibilità e di digitalizzazione.

Altri approfondimenti nel corso di SFLmI24 riguarderanno la logistica declinata nelle sue varie forme e applicazioni come l’approvvigionamento energetico l’intermodale ferroviario e l’e-commerce.

Per iscriversi e avere maggiori dettagli sull’evento visitare il sito ufficiale, cliccando qui.

Per informazioni: Segreteria di Direzione, tel. 02671401 – mail: direzione@apmi.it

Condividi su: