Criptovalute: su iride in cambio di dati il Garante privacy avverte Worldcoin

Se il progetto Worldcoin, basato sulla scansione dell’iride per verificare l’identità degli utenti, approdasse in Italia, con ogni probabilità violerebbe il Regolamento Ue, con tutte le conseguenze di carattere sanzionatorio previste dalla normativa. Questo, in sintesi, l’avvertimento che il Garante ha inviato a Worldcoin Foundation.

Per saperne di più e accedere alla comunicazione dedicata (disponibile nell’area riservata del sito A.P.I., sezione “Notizie e circolari”) cliccare qui.

Per maggiori informazioni Servizio Legale 02671401 mail legale@apmi.it

Condividi su: